By

Admin
19
Apr

Il parere del Comitato Europeo dei dati personali boccia i modelli di “pagamento o consenso” delle grandi piattaforme online

Ancora una volta sotto i riflettori le grandi piattaforme di social network – Facebook e Instagram – che a novembre scorso, per conformarsi alle normative europee sulla protezione dei dati personali (GDPR), ha offerto al suo pubblico un’alternativa a pagamento per evitare le inserzioni pubblicitarie e la raccolta di dati con essa connessa. Il Comitato...
Leggi
16
Apr

La General Court sulla – non – confondibilità di due marchi composti da identiche parole, disposte al contrario

Di fronte a due esempi di coppie di marchi caratterizzati dall’utilizzo di parole identiche, disposte in ordine inverso (Meat Zero vs. Zero Meat e Bar Paris vs. Paris Bar) BoA e General Court sono stati interpellati per decidere circa la confondibilità di tali segni distintivi. L’argomentazione di entrambe le corti, che in tutt’e due i...
Leggi
12
Apr

La storica sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo (CEDU) in materia di cambiamento climatico

Con sentenza del 09 aprile 2024, la Grand Chambre della CEDU ha accolto il ricorso presentato da quattro donne e un’associazione (la KlimaSeniorinnen, letteralmente le “Anziane per il clima”) contro la Svizzera, accusata di non aver assunto i mezzi necessari per ridurre i rischi di danno alla vita e alla salute delle persone dovuti al...
Leggi
09
Apr

Un caso di volgarizzazione del marchio di forma: quando celebri biscotti perdono il loro carattere distintivo

Di recente, Barilla ha instaurato un giudizio per la tutela dei propri celebri biscotti, ritenendo che quelli dei concorrenti Tedesco e Sapori Artigianali presentassero un’eccessiva somiglianza di forma con i primi, oltre ad avere un packaging del tutto simile a quelli dei propri prodotti, in particolare a quelli del marchio Mulino Bianco, così configurandosi un...
Leggi
06
Apr

La corte di Stoccarda nega il contributo richiesto dal Ministro delle Cultura italiano per la riproduzione dell’Uomo Vitruviano

La vicenda del puzzle dell’Uomo Vitruviano, che ha visto prevalere di fronte al Tribunale ordinario di Venezia nel 2022 le Gallerie dell’Accademia, ove l’originale dell’opera è conservata, non si è conclusa con tale pronuncia. Il giudice della Serenissima aveva, tra le altre cose, condannato Ravensburger a pagare un contributo per ogni riproduzione dell’Uomo Vitruviano sui...
Leggi
02
Apr

La sugar tax è legittima, secondo la Corte Costituzionale

Introdotta con la legge di bilancio del 2020 (l. 27 dicembre 2019, n. 160, commi 661-676), l’applicazione sul territorio italiano dell’imposta sulle bevande analcoliche zuccherate ed edulcorate (fissata in € 10 per ogni ettolitro di prodotto finito o € 0,25 per ogni chilogrammo di prodotto da diluire) è stata rimandata di anno in anno, fino...
Leggi
26
Mar

Secondo la CGUE, la legge di recepimento italiana della Direttiva Barnier non è conforme alla normativa europea

Con il D.lgs. 35/2017, il Parlamento italiano recepiva la direttiva 2014/26/UE “sulla gestione collettiva dei diritti d’autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l’uso online nel mercato interno“, la cd. direttiva Barnier, dal nome del suo promotore. Con questo intervento, l’UE mirava a garantire...
Leggi
22
Mar

Sotto accusa la strategia di vendita della Birkin bag

Nella giornata di martedì 19 marzo, è stato presentato ricorso presso una corte federale del distretto della North Carlifornia contro Hermès, accusato di sfruttare il proprio potere di mercato in senso anticompetitivo. In particolare, i consumatori che hanno agito in giudizio hanno evidenziato come la sua iconica Birkin bag sia uno dei pochissimi prodotti non...
Leggi
18
Mar

L’Assemblea Nazionale francese approva un ddl per l’imposizione di un sovrapprezzo sui capi di fast fashion

E’ stata approvata dall’Assemblea Nazionale la proposta di legge presentata a fine febbraio dal gruppo parlamentare nato nel 2022 Horizons et apparentés, con la quale si vuole introdurre un sovrapprezzo di 5 euro (ma che non potrà comunque superare il 50% del prezzo di cartellino) sui capi di abbigliamento dei brand di ultra fast fashion...
Leggi
14
Mar

L’AGCOM adotta le linee guida per la verifica dell’esistenza di posizioni di significativo potere nel mercato lesive del pluralismo

Con delibera n. 66/24/CONS, a conclusione della consultazione pubblica indetta in data 04 aprile 2023 con delibera n. 94/23/CONS, L’Autorità ha adottato le “Linee guida volte alla verifica dell’esistenza di posizioni di significativo potere di mercato lesive del pluralismo, ai sensi dell’art. 51, comma 5, del D.Lgs. 8 novembre 2021, n. 208”. Tale disposizione del...
Leggi
1 2 3 22